Flavia Fasano | Corpo Libero

Pronta la quinta uscita per il catalogo Fugazine.

Dopo una pausa di molti mesi – l’ultima uscita “I’m Dario” di Gianluca Abblasio è datata ormai Aprile 2016 – l’etichetta romana torna con una nuova fanzine da esporre in anteprima sui banchetti del Funzilla Fest 2017.

La nuova pubblicazione ospita “Corpo Libero” un lavoro di Flavia Fasano.

Fotografa di formazione reportagistica, ha per molti anni seguito la cronaca e lavorato nella redazione di diverse testate giornalistiche, in questa occasione l’autrice rivolge l’obiettivo verso se stessa, per un progetto che traccia, in maniera intima ed introspettiva, proprio la costruzione di un passaggio: quello dalla professione di fotografa ad una nuova vita/vocazione.

Un percorso di auto-determinazione che definisce il primato del corpo come testimone (unico) dell’essere.

Ecco come Flavia racconta il sentimento che anima il suo progetto:

CORPO LIBERO rappresenta un crocevia dei miei 40 anni.

E’ il racconto di un passaggio, non semplice, che impose nuove scelte.

La fotografia, che era centro della mia vita, diventa margine; poiché dovevo trovare una nuova identità lavorativa.

In questo spazio sconosciuto dove tutto è possibile e alcune volte magico incontro lo yoga.

La relazione con il mio corpo ora è intima e costante, un percorso che mi condurrà a puntare gli occhi all’interno; sentire che i dolori del corpo sono anche i dolori della mente, le emozioni.

Questo incrocio univoco metterà tutto sullo stesso piano – mente corpo emozioni – percorrere la consapevolezza rappresenta un mondo di cose.

Il respiro profondo allunga la vita e la percezione del nostro essere sì dilata, anche questo è yoga, e questa distanza ha liberato la mia immaginazione.

In questo nuovo – mio mondo – ho cominciato a scattare per gioco senza riflettere, solo con la voglia di sperimentare nuove luci.

Nei giorni le foto diventano molte, il primo dittico, pianta di orchidea e gambe circondate da corde nere trasparenti; sento che le due foto si riconoscono, le radici, la terra, la forza della natura, energia vitale.

Questa nuova estetica espressiva parla della mia intimità, il mettermi a nudo è guardare il dolore, le paure, i miei pregiudizi. E’ condividere ciò che sono con determinazione e ribellione, di questa essenza che mi rappresenta e che non crede più che le paure siano degli impedimenti; continuo ad andare incontro alla vita praticando costante fiducia in me stessa.

Stampata in tecnologia HP Indigo su carta Fedrigoni Tintoretto Gesso (140/300gr), la fanzine si compone di 36 pagine, più copertina, in formato 17×25 cm. La tiratura è di 130 copie numerate, rilegate a mano. Viene venduta a 10€.

Dopo il Funzilla Fest sarà presente sui banchetti di Gazebook (8/11 Settembre, Punta Secca – RG), a Castelnuovo Fotografia (30 Settembre/1 Ottobre, Castelnuovo di Porto – RM), all’Umbria World Fest (13/15 Ottobre, Foligno – PG).

Per gli appassionati romani da segnare in calendario la data del 4 Ottobre, quando la fanzine verrà presentata presso lo spazio Tuba in via del Pigneto 39. A breve informazioni dettagliate sulla serata.

Lascia un commento